Home Cardito Cardito, Buche e marciapiedi rotti, in un anno il Comune spende più...

Cardito, Buche e marciapiedi rotti, in un anno il Comune spende più di 100mila euro di risarcimenti

1413
0
I carditesi non sempre riescono in  qualche modo a comunicare al Sindaco e agli amministratori quel che loro desiderano, e  questo portale insieme a qualche gruppo su facebook è forse l’unico collegamento tra governatori e cittadini. Continuiamo a ricevere segnalazioni dai cittadini ed a costatare l’inerzia dell’Amministrazione comunale. Sempre più spesso, si lamentano dello stato in cui versano le strade e i marciapiedi del nostro paese.
Vie cittadine che percorriamo quotidianamente per accompagnare a scuola i nostri figli o semplicemente per passeggiare, a piedi o in automobile. Sempre più difficile muoversi per le strade di Cardito dove camminare equivale a affrontare un percorso di guerra. Buona parte dei marciapiedi del paese si presentano rotti e con un superficie dissestata, basole sconnesse, manto stradale sollevato dalle radici degli alberi. Quello degli alberi molto spesso presenti in posizioni inopportune e pericolose, deviano il percorso del pedone costringendolo a transitare sulla carreggiata della strada. Oltre gli alberi abbiamo strisce pedonali sbiadite o inesistenti e in molti punti del paese la segnaletica manca completamente.
 In alcuni casi i marciapiedi sono stati realizzati senza regole perché rifatti dai proprietari degli edifici come opera di completamento di ristrutturazione dell’intero immobile. Interi zone del paese sono state completamente abbandonate, in alcune strade non si fa manutenzione da anni e quelli che inizialmente erano interventi di natura ordinaria ora sono di natura straordinaria.
Muoversi su questi marciapiedi diventa veramente difficile soprattutto per anziani, mamme con passeggini, disabili e a chiunque abbia qualche difficoltà a muoversi. Per non parlare della presenza delle barriere architettoniche e la difficoltà amministrativa a proseguire nel processo di abbattimento delle stesse, è un argomento mai affrontato negli ultimi venti anni. Un viaggio fatto nel paese che offre un quadro nero per quel che riguarda la sicurezza di automobilisti e pedoni. Sono veramente tante le strade di Cardito che gridano interventi urgenti.
A volte per distrazione o impedimento, tutti questi ostacoli che si presentano lungo le nostre strade e marciapiedi, possono provocare danni o lesioni fisiche che costano alle casse comunali. Le richieste di risarcimento danni da parte di automobilisti o pedoni, sono delle più svariate. Gente che inciampa sui marciapiedi rotti, auto danneggiate da enorme buche sull’asfalto, cadute a seguito di marciapiedi sconnessi, danni a fabbricati per perdite di acqua da condotte idriche o della rete fognaria. Le richieste sono davvero tantissime, molte giustificate, in altri casi qualcuno ci marcia. Ogni richiesta di risarcimento implica l’apertura di un fascicolo e spesso una causa giudiziaria che vuol dire spreco di tempo e denaro per il Comune. Da una verifica effettuata sui risarcimenti effettuati dal 2016 al 2018, abbiamo scoperto che sono stati risarciti più di 400mila euro (Visualizza allegato Riepilogo Debiti Fuori Bilancio Anno 2016-2017-2018 ) in soli tre anni, per la scarsa o totale assenza di manutenzione del nostro territorio. Più di 100mila euro di risarcimento all’anno. Le cifre dei risarcimenti con denaro pubblico che ogni anno il Comune paga, andrebbero giudiziosamente spesi per la sistemazione delle nostre strade. Invece il problema, spesso, in caso di buche, viene aggirato tramite coperture precarie e approssimative che con il passare del tempo lasciano di nuovo posto a pericolose buche sull’asfalto. Quindi oltre al danno anche la beffa. Ai soldi dei risarcimenti aggiungiamo quelli spesi per le toppe in giro per le strade.
Spero che l’Amministrazione comunale non resti sorda di fronte a questa richiesta dei cittadini carditesi ed inizia seriamente a prendere in considerazione il problema con la volontà di risolverlo una volte per tutte. Riparare il manto stradale e i marciapiedi danneggiati significa non soltanto restituire bellezza al paese ma anche e soprattutto restituire sicurezza a tutti i cittadini che, alla guida dei loro mezzi o a piedi, rischiano di incorrere in gravi incidenti. Non significa solo sicurezza, ma la riqualificazione del territorio, della viabilità, sono anche fondamentali per il rilancio delle attività commerciali.
Invitiamo l’Amministrazione e soprattutto l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Boemio a programmare un piano delle opere pubbliche di una serie di interventi per ripristinare la sicurezza e il decoro delle strade.

 

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/

Visualizza Riepilogo Debiti Fuori Bilancio Anno 2016-2017-2018

Riepilogo_DFB