Home Cardito Cardito, Mensa scolastica tariffe troppo alte, protestano le mamme sui social e...

Cardito, Mensa scolastica tariffe troppo alte, protestano le mamme sui social e sit-in al Municipio

1553
0
Un altro buco nell’acqua, le tariffe per la mensa scolastica per l’anno corrente al di sopra della media di altri comuni limitrofi. E’ questo quanto emerge confrontando i costi del servizio per le famiglie carditesi e quello che accade in altri comuni.
Il costo del Servizio varia a seconda delle fasce di reddito delle famiglie, scandite tramite l’indicatore ISEE. Dal manifesto pubblicato, ci sono quattro differenti tariffe:
  • € 35,00 (ISEE fino a € 5.000,00)
  • € 48,00 (ISEE da € 5.000,01 a 10.633,00)
  • € 60,00 (ISEE oltre 10.633,00)
  • € 70,00 (per non residenti a prescindere dal reddito)
Le famiglie che pagano il prezzo più alto spendono 3,50 euro mentre quelle con il reddito più basso pagano 1,75 euro per ogni pasto. Non è stata prevista nessuna riduzione per chi ha due figli e più che usufruiscono del servizio di refezione.
Sui social è partita la protesta delle mamme che chiedono all’Assessore alla Pubblica Istruzione Anna Orabona spiegazioni in merito alle tariffe altissime adottate da questa amministrazione. Dai vari commenti si evince che nel comune di Frattamaggiore per lo stesso servizio pagano 33,50 euro mensili senza presentare il modello ISEE o distinzioni sulla residenza. Addirittura in molti comuni limitrofi la spesa per la refezione scolastica non supera i 35,00 euro mensili. Una differenza di costo esagerata che pesa sulle famiglie soprattutto per chi ha più figli. La domanda più imbarazzante è cosa verrà dato in più a questi <<forestieri>> considerato che pagano il prezzo più alto? Le mamme non chiedono di non pagare questa tassa, ma almeno che venga motivata e che ci siano gli stessi privilegi sia per chi abita fuori città sia per chi abita a Cardito. Per colpa di questi problemi e dei costi, molti genitori saranno costretti a non iscrivere i figli al servizio mensa, senza farlo partecipare a un momento importantissimo, educativo e formativo del bambino. Forse tutto questo non sarà possibile perché la mensa è obbligatoria e quindi non è possibile prelevare il bambino a mezzogiorno e riportarlo in classe a pranzo finito. L’assessore intanto non risponde ai dubbi delle mamme sui social. Come mai? E’ solo interessata alla manifestazioni culturali che regalano maggiore visibilità all’Amministrazione?
Penso che non bisogna essere degli esperti di materia fiscale per capire le difficoltà di una famiglia. Dopo la pubblicazione dei dati inerenti al costo della refezione scolastica si potrebbe dire, senza esagerare, che a Cardito l’istruzione è un lusso.
Alla luce dei disagi delle famiglie carditesi chiediamo al Sindaco di intervenire immediatamente su questa tematica, in modo da poter individuare la possibilità di rimodulare le fasce e di andare incontro alle esigenze dei cittadini.
Stamattina al Municipio c’è stato un sit-in delle mamme che subito dopo la protesta sono state ricevute dal Sindaco Cirillo. Nelle prossime ore vi aggiorneremo sulle novità.

 

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/