Home Crispano “Il più bello dei mari è quello che non navigammo” il nuovo...

“Il più bello dei mari è quello che non navigammo” il nuovo libro di Gianni Pittella

717
0

Crispano, Sabato 12 gennaio, ore 17:00, teatro E. De filippo in via A. Lutrario, per la presentazione del libro “Il più bello dei mari è quello che non navigammo” scritto da Gianni Pittella ed edito della Rubbettino. A moderare l’incontro organizzato dall’ex consigliere comunale Sossio Vitale, ci sarà il giornalista Stefano Andreone. Ad accompagnare il Senatore Gianni Pittella ci sarà anche il Deputato al Parlamento Europeo Andrea Cozzolino che interverrà all’evento insieme al Consigliere Regionale Antonella Ciaramella, al consigliere della Città Metropolitana Giovanni Varchetta, il docente universitario della Link Campus University Emilio Di marzio e l’assistente europarlamentare Sossio Vitale. Punto cruciale dell’evento, la presentazione del nuovo libro del Senatore Gianni Pittella. Il libro frutto della sua lunga carriera politica iniziata nel 1979 tra i banchi del Consiglio Comunale di Lauria, continua prima in Consiglio Regionale, Parlamento Europeo poi. Una vita passata a lottare per gli ideali socialisti, per il Sud e per i Sud del mondo. Nel libro il senatore Gianni Pittella ripercorre i passaggi più significativi della sua vita politica.

L’evento organizzato dall’ex consigliere comunale Sossio Vitale utile per rafforzare i territori ed essere una sorta di manuale per chiunque decida di fare politica.

Perché ha deciso di organizzare questo evento?

Veda, in questi anni Crispano sta attraversando un periodo di transizione con la “gestione” Commissariale che a breve concluderà il suo percorso e c’è la necessità di ripartire mettendo al centro la buona politica per la risoluzione delle problematiche che portino ad un rilancio della nostra amata cittadina. Politica e classe dirigente ormai sono assenti da troppo tempo. Il libro di Gianni Pittella vuole essere da esempio, una sorta di manuale per chiunque decida di fare politica. Perciò invito tutti a leggere questo bellissimo libro.

Lei è consigliere comunale uscente. Come ha continuato a fare politica in questi anni di Commissariamento del Comune?

Ho cercato di lavorare per così dire, in silenzio, ma al contempo credo di aver fatto tante cose per la mia comunità. Le passerelle non mi piacciono, le lascio ad altri. Più che scrivere ho cercato di dialogare, a volte, direttamente con gli uffici e i dipendenti, per la risoluzione dei problemi di Crispano. Devo dire che molte volte ci sono riuscito. Ho provato anche a scrivere ai Commissari ma, purtroppo, le mie istanze sono rimaste inascoltate.

E’ utile per la cittadinanza partecipare a questo evento?

Si, come già detto, è utile partecipare all’evento perché il libro dovrebbe essere un manuale per tutti coloro che intendono fare politica. Un’occasione di confronto con ospiti che daranno stimoli ai giovani partecipanti di potersi avvicinare alla politica. Un politico deve essere legato al territorio, con riferimenti sovra comunali a cui presentare le istanze del paese. Un politico deve fare la politica attraverso i sentimenti perché si provveda adeguatamente ai bisogni degli uomini e donne di una città, di una regione, di una nazione. Farsi carico dei loro sogni, rappresentarsi con le loro sofferenze, i loro dolori, le tristezze della vita che sono costretti a vivere. Per questi motivi non vanno delusi. Vi aspetto in tanti perché è un’ottima occasione per coloro che intendono impegnarsi in politica o chi vuole solo sostenere la buona politica.

           

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/ 

lareanordnews.it