Home Cardito Cardito, riapertura dei termini Piano regionale per il Pubblico impiego, il Comune...

Cardito, riapertura dei termini Piano regionale per il Pubblico impiego, il Comune di Cardito non ha ancora aderito

604
0
I comuni campani dal 18 ottobre del 2018, avevano sessanta giorni (20 dicembre) di tempo per poter aderire all’iniziativa regionale “Piano per il lavoro nelle pubbliche amministrazioni della Campania”. Gli Enti locali che intendevano aderire alla manifestazione di interesse dovevano far pervenire apposita richiesta entro i termini previsti. Il Comune di Cardito non ha aderito all’iniziativa per far partecipare giovani o meno giovani al Piano Lavoro.
Come funziona il piano assunzioni nella pubblica amministrazione voluto dalla Regione Campania? Fino ad oggi, ogni comune aveva gestito le procedure di selezione del personale in autonomia. Con dispendio di costi, energie e scarso risultato. Il piano regionale prevede, che il Formez si occupi della selezione attraverso la metodologia più usata nella pubblica amministrazione, la Ripam.
L’obiettivo è favorire il potenziamento delle capacità istituzionali ed amministrative delle Pubbliche Amministrazioni locali della Campania, attraverso il reclutamento di personale di area “D” e “C” (diversi profili) da impegnare nell’amministrazione regionale e negli Enti locali a copertura delle posizioni già vacanti e di quelle che si libereranno per i pensionamenti previsti nei prossimi anni. L’iniziativa, oltre a garantire un turn over efficace ed efficiente, avrebbe contribuito ad innalzare sicuramente il livello di qualità dei dipendenti pubblici che operano nel Comune.
Nel mese di febbraio, la Regione Campania, ha riaperto i termini della procedura per la presentazione delle adesioni al “Piano per il lavoro nelle pubbliche amministrazioni della Campania” a tutti gli enti che non avevano presentato la domanda entro il 20 dicembre. Il termine previsto è il 31 marzo.
Il comune di Cardito, nonostante abbia una situazione dell’organico veramente imbarazzante, non ha aderito ancora all’iniziativa. A che serve lamentarsi della carenza di personale e poi non aderire al Piano della Regione?
La verità è che i nostri amministratori si preoccupano di non avere certezze sul fatto che entri il compaesano o l’amico. La decisione di non aderire nasce dalla volontà di non farsi sottrarre il potere di scegliere. Non si vuole rinunciare alle clientele che per anni hanno riempito gli enti di capre. Con l’adesione al Piano Lavoro, la selezione e la formazione vengono effettuate dal Formez, che ha competenze sicuramente specifiche in questo campo.
Considerato che gli amministratori di maggioranza non ci ascoltano, ci rivolgiamo a chi oggi rappresenta la minoranza in consiglio comunale. Questa è un’occasione unica per realizzare concorsi che valorizzano il merito. Aderiamo al bando della Regione Campania per selezionare del personale come avviene negli altri paesi europei, per offrire il meglio alle nostre amministrazioni e di permettere ai cittadini di concorrere con preparazione e non con la conoscenza di quel sindaco piuttosto che di quel politico.

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/