Home Cardito Loculi cimitero, l’opposizione chiede un consiglio comunale urgente. Intanto, un professionista locale...

Loculi cimitero, l’opposizione chiede un consiglio comunale urgente. Intanto, un professionista locale incassa un incarico

1865
0
I consiglieri comunali Chiacchio Pasquale, Iannicelli Angelo, Natale Marialuisa, Salvato Cristoforo, Setola Salvatore e Tignola Giuseppina hanno presentato al Sindaco Giuseppe Cirillo e al Presidente del Consiglio Comunale, la richiesta di convocazione dell’assise con all’ordine del giorno il completamento dei loculi e le condizioni in cui versa il cimitero. Oramai la drammatica situazione dei loculi nel camposanto, provoca da molti anni malumori tra i cittadini che non riescono assicurare degna sepoltura ai proprio cari.
Nel documento di richiesta di convocazione, protocollato in data 30/04/2019 (Prot. 5422), è stata riportata tutta l’attività svolta in questi mesi dai consiglieri comunali di opposizione per fare luce su una storia troppo lunga e senza fine. Per onore di cronaca, riportiamo l’attività svolta finora da chi ha al cuore la questione del cimitero di Cardito-Crispano:
  • in data 29 marzo 2019 ai sensi del Regolamento Comunale art. 57 è stata presentato in Consiglio Comunale dal gruppo “Adesso Cambiamo Verso” a firma dei consiglieri comunali Tignola e Setola, una richiesta di convocazione del consiglio comunale aperto, congiunto, in presenza dei Commissari prefettizi del Comune di Crispano e dei vari tecnici del Consorzio Cimiteriale (Rup, Direttore dei lavori, Responsabile Amministrativo) per discutere dello stato dei lavori dei nuovi loculi;
  • in data 10 aprile 2019 è stata inoltrata una PEC al Presidente del CDA del Consorzio cimiteriale ed al Responsabile Amministrativo del consorzio Ferdinando Fusco, al Sindaco Giuseppe Cirillo e al Presidente della Commissione straordinaria del comune di Crispano, una richiesta di convocazione del Consiglio di Amministrazione a firma del Consigliere di Amministrazione dott. Pietro Carrella per discutere della sospensione dei lavori appaltati alla ditta Scalzone Costruzioni S.r.l., della verifica di un rendiconto delle spese finora affrontate per la costruzione dei loculi ed infine dell’organizzazione degli uffici del Consorzio;
  • inoltro di tre PEC della consigliera Tignola al Responsabile Amministrativo del consorzio Ferdinando Fusco, di richiesta di una relazione dettagliata sullo stato dei lavori di completamento dei loculi;
  • in data 5 aprile 2019 è stata inoltrata una PEC dal consigliere comunale Salvatore Setola al Responsabile Amministrativo del consorzio Ferdinando Fusco, con la quale si chiedeva se la sala mortuaria, la zona adibita a deposito dei materiali e i servizi igienici, rispettassero tutti i canoni normativi tecnici ed igienico sanitari ai sensi del DPR 285/90.
Ovvio che tutte le richieste presentate durante questi mesi sono state inevase. La richiesta di convocazione del Consiglio di amministrazione avanzata dal dott. Pietro Carrella è rimasta inevasa, mentre le richieste e i solleciti effettuati dai consiglieri comunali Tignola e Setola hanno avuto risposte evasive, insufficienti e fuorvianti, da parte del Responsabile Amministrativo del consorzio Ferdinando Fusco che si è limitato a inoltrare semplicemente le Relazioni del RUP e del Direttore dei lavori.
Queste sono le motivazioni che hanno spinto i consiglieri di minoranza a chiedere la convocazione di un Consiglio Comunale ad hoc, in orario pomeridiano per consentire la partecipazione dei cittadini, per discutere della reale situazione relativa ai lavori di completamento dei loculi e della situazione generale in cui versa il camposanto. La libertà di pensiero, il confronto e il dialogo politico, sono alla base della nascita di questo nuovo gruppo di minoranza che darà filo da torcere fino alla fine. Ormai era diventato per tutti insopportabile accettare, da parte di quest’Amministrazione, un comportamento più consono ad un regime che ad un sistema politico basato sulla democrazia.
Mentre al cimitero Cardito-Crispano il Responsabile Amministrativo del Consorzio Ferdinando Fusco, impiegato tuttofare, colleziona solo fallimenti, il fratello Gennaro Fusco, Manager Enel, gli è stato assegnato un contratto di incarico di 15.000,00 € per una prestazione d’opera, per la durata di DUE MESI, presso l’Università di Cassino. Oggi che molti professionisti stentano a superare qualsiasi selezione per la folta partecipazione, lui può sentirsi onorato e soddisfatto per aver superato una selezione con due partecipanti per solo due incarichi. Chissà se questo incarico è da ascrivere nella categoria di acquisto di nuove reclute in cambio di un futura candidatura con la coalizione targata Cirillo 2020?
A Cardito sembra di vivere nell’Inferno della Divina Commedia. Ricordate Cerbero simbolo dell’ingordigia e della discordia? Uno dei numerosi mostri a guardia dell’ingresso degli inferi e dei morti. Aveva il compito di sorvegliare le rive del fiume per impedire alle anime dei morti di ritornare indietro verso il mondo dei vivi. Nel caso specifico, sembra che qualcuno lo abbia “convinto” con delle focaccine al miele. Nel cimitero Cardito-Crispano, neanche di un cane a tre teste ci si può fidare davanti ai dolci.
La storia sul cimitero non finisci qui. Il blog Area Nord News vi terrà aggiornato in tempo reale come sempre. Con i fatti e non con le chiacchiere. Per ulteriori risvolti vi terreno aggiornati nelle prossime ore.

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/