Home Cardito Cardito, è caos nel Pd. Il capogruppo e l’assessore abbandonano dopo l’ultimo...

Cardito, è caos nel Pd. Il capogruppo e l’assessore abbandonano dopo l’ultimo consiglio comunale. La leadership di Cirillo è minata

1305
0
Reazioni e dimissioni dopo l’ultimo Consiglio Comunale. Qualcosa si è rotto o per lo meno si è inceppato. La macchina finora perfetta messa a punto dal Sindaco Cirillo sembra perdere colpi. Durante l’ultimo consiglio comunale si avverte la tensione sui volti del gruppo consiliare del Partito Democratico. L’intervento del consigliere comunale Vincenzo Campanile mette in chiaro quello che ormai era noto da molto tempo, una criticità dei conti del Comune di Cardito ma soprattutto un’incapacità dell’azione politica/amministrativa del Sindaco Giuseppe Cirillo e della stessa maggioranza. Una critica che va ben oltre alla discussione in aula consiliare e che trova il suo apice nelle dimissioni del consigliere comunale Luigi Fusco da capogruppo del PD, mentre l’assessore Francesco Boemio rimette la delega assessorile ai Lavori Pubblici. Azioni politiche che non possono passare inosservate e che mettono in evidenza uno strappo forte che va oltre i consiglieri comunali e che mette in crisi la stessa stabilità del Partito Democratico.
Crisi seria e non di poco conto, che il Coordinatore Fabio Orabona prova a far rientrare convocando una riunione urgente per analizzare la fase difficile di cui sta attraversando il partito. La riunione alla fine è saltata. Un momento difficile per la sezione di Piazza Garibaldi che deve far riflettere sulla stessa figura del suo Coordinatore che ormai vede venir meno la sua autorevolezza, forse mai avuta. Un partito vuoto senza contenuti, appiattito nella figura del suo Sindaco Giuseppe Cirillo. Un Coordinatore che deve rivedere fortemente il suo mandato a fronte di una linea politica che vede venir meno la base che fino ad ora lo ha sempre sostenuto.
ll declino della leadership del primo cittadino, l’esplosione della coalizione che stiamo assistendo in questi giorni, una struttura del partito fallace, la forte contestazione interna, unitamente alla totale incompetenza gestionale, mettono in discussione la scontata ricandidatura per il 2020 di Giuseppe Cirillo. In ultimo, analizzando il risultato dei democratici in paese, possiamo dire che le energie messe in campo in sostegno del candidato Giosi Ferrandino sono parva materia a fronte di un area che risponde ad Andrea Cozzolino.
Il ritratto di un Generale stanco e senza truppe, di una sezione ormai allo sbando e di un deterioramento della nostra amata Cardito invitano ad una presa di coscienza e di responsabilità da parte del PD che non può non passare attraverso una nuova e doverosa fase congressuale.

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/