Home Cardito Cardito, piano di rientro. Il Segretario Comunale lancia l’allarme dissesto

Cardito, piano di rientro. Il Segretario Comunale lancia l’allarme dissesto

Ancora dubbi sul piano di rientro dal debito di 2,4 milioni di euro accumulato dall’Amministrazione Cirillo durante il 2019.

919
0
Ancora dubbi sul piano di rientro dal debito di 2,4 milioni di euro accumulato dall’Amministrazione Cirillo durante il 2019.
Ieri sera il Segretario Comunale ha scritto a tutti i Consiglieri Comunali, al Sindaco, ai revisori dei conti e al Responsabile dei Servizi, emanando una direttiva con la quale ha disposto di non impegnare somme e procedere a spese per servizi non indispensabili ed ha indicato il Responsabile del Servizio Finanziario ad accantonare somme nel caso in cui entro il 31 dicembre 2019, non vengano stipulati gli atti notarili di vendita dei beni immobili indicati nel piano di rientro.
Inoltre ha emanato una direttiva al Responsabile del Servizio Urbanistica il famigerato P. Imbemba con la quale lo ha invitato a chiedere all’Agenzia delle Entrate la valutazione del prezzo di vendita degli immobili ai sensi della legge regionale 5/2013 art.1 comma 65.
Infine il Segretario ha messo in evidenzia che per vendere gli immobili c’è bisogno di altre due autonome e distinte delibere di Consiglio Comunale.
In sostanza, il Segretario Comunale, rispondendo alle osservazioni presentate dai sei consiglieri comunali di opposizione Angelo Iannicelli, Cristofaro Salvato, Marisa Natale, Pasquale Chiacchio, Pina Tignola e Salvatore Setola, ha bocciato nel merito la manovra proposta ed approvata il 26 luglio e ha indicato il termine ultimo del 31 dicembre per procedere alla stipula dei rogiti notarili di vendita degli immobili da alienare.
Da oggi, quindi, non solo il Comune non potrà spendere somme se non per gli stipendi ma l’Amministrazione dovrà essere impegnata esclusivamente per compiere gli atti di cui alla direttiva del Segretario Comunale.
Il fallimento dell’amministrazione Cirillo ormai è documentato. Il lavoro delle opposizioni ha fatto emergere tutte le anomalie e gli artifici contabili con cui la maggioranza credeva di mascherare la realtà. L’amarezza sta nel fatto che le fasce deboli e fragili della popolazione carditese pagheranno le conseguenze dell’incompetenza dei nostri amministratori.
Se l’amministrazione non seguirà le direttiva del Segretario Comunale ci sarà il dissesto finanziario. Alla bancarotta morale ci siamo già arrivati.

 

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/