Home Mugnano Mugnano – Dopo 5 anni non c’è traccia del PUC

Mugnano – Dopo 5 anni non c’è traccia del PUC

Mugnano di Napoli. 3 settembre, ore 15:00. Question time promosso dal cittadino come rappresentante del comitato Voce e Popolo, il quale ha voluto interrogare la Pubblica Amministrazione in merito al proprio operato, più precisamente sullo stato di avanzamento del PUC.

197
0
Mugnano di Napoli. 3 settembre, ore 15:00. La giornata sin dal primo mattino sembrava essere uggiosa e, il tempo non avrebbe disatteso le sue premesse: da lì a poco un acquazzone sarebbe venuto giù e avrebbe spazzato via le ultime avvisaglie di estate, avrebbe rinfrescato l’aria per la gioia di alcuni e la tristezza d’altri. Tuttavia, le temperature che si sarebbero avute in aula consiliare quel pomeriggio avevano poco a che fare con quelle esterne.
Di fatto è andato in scena il primo question time post-estate promosso dal cittadino Mario Imbimbo, come rappresentante del comitato Voce e Popolo, il quale ha voluto interrogare la Pubblica Amministrazione in merito al proprio operato, più precisamente sullo stato di avanzamento del PUC (Piano Urbanistico Comunale).
La domanda
Così ha esordito l’ex assessore alla cultura Imbimbo <<nel 2015, di fronte ai cittadini, si era mostrato un programma ben preciso e, in particolare, avevamo promesso ai mugnanesi di approvare il PUC nella prima seduta utile di consiglio comunale. Siamo arrivati nel 2019, quasi a fine mandato, e del PUC non ce n’è traccia.  Come mai non è stato ancora realizzato? I cittadini mugnanesi stanno aspettando questo provvedimento da 37 anni. Questa amministrazione che vuole fare?>>
La risposta dell’assessore Di Maro non si è fatta attendere, dimostrando di avere competenze e di possedere una buona dose di onestà intellettuale.
<<I tempi di approvazione del PUC sono ancora ben lontani. Quest’atto richiede tempo in quanto è costituito da tre elementi: Redazione, Adozione, Approvazione. In questo preciso istante noi ci troviamo nella prima fase e stiamo procedendo alla redazione del preliminare del PUC che ci permetterà di avere un quadro conoscitivo di tutte quelle indicazioni strutturali necessarie>>.
La controreplica
<<Quindi, mi faccia capire, a che punto siamo? Siamo al 50%, 30% del primo step?>> domanda Imbimbo.
<<In merito alla Redazione siamo al 50%>> la risposta dell’assessore.
<<Siamo qua a prendere atto che su un punto programmatico registriamo uno su sei, quindi un sesto. Che se volessimo esprimere un classico voto in decimi, come a scuola, è due e mezzo>> conclude Imbimbo.
Infine, da registrare anche la presenza del Sindaco che ha provato a giustificare i ritardi sul PUC <<La nostra amministrazione ha ereditato macerie che ci hanno portato a trascurare – colpevolmente – questo punto programmatico per concentrarci su altri temi che venivano considerati importanti dai cittadini>>.
Si annunciano ulteriori question time nei prossimi mesi da parte del comitato Voce e Popolo su altrettante delicatissime tematiche che interessano la cittadinanza.
 
Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/