Home Cardito Cimitero, le forze politiche consegnano documento ai sindaci dei due comuni consorziati

Cimitero, le forze politiche consegnano documento ai sindaci dei due comuni consorziati

513
0
Il livello di inerzia che ha caratterizzato gli ultimi anni il Consorzio Cimitero Cardito-Crispano è diventato ormai intollerabile. La sospensione dei lavori del nuovo edificio per i resti mortali, lo stato di degrado in cui versa il camposanto e il precario stato della sala mortuaria resa inagibile dall’Asl competente e che tutt’ora praticata, esigono risposte certe da parte dei sindaci dei comuni consorziati di Cardito e Crispano.
Sulla pessima condizione del cimitero, iniziano a confrontarsi anche le forze politiche presenti sul territorio carditese per proporre una soluzione. I soggetti politici Adesso Cambiamo Verso, Cardito Valore Comune e Cardito Città Viva hanno inteso produrre un documento indirizzato ai due sindaci dei comuni consorziati Giuseppe Cirillo e Michele Emiliano, ed al Presidente del Consorzio Cimitero.
Il documento che si integra alla manifestazione organizzata dall’avv. Francesco Pisano, ha l’obiettivo di portare un contributo fattivo per risolvere il gravoso problema del Cimitero che coinvolge l’intera cittadinanza che attende invano da anni la realizzazione dei nuovi loculi, nella speranza di dare ai propri cari defunti una degna collocazione, e soprattutto di trovare i responsabili per la deficitaria gestione dell’Ente consortile.
E’ arrivato il momento di dire BASTA perché i cittadini non vedono una via d’uscita per il loro cari estinti, che restano da anni sotto la fredda e arida terra senza avere la speranza di poterla abbandonare da più di quindici anni. Una storia infinita, una condizione pietosa, che lascia tanto amaro in bocca alla cittadinanza.
Per farlo basta partecipare all’evento organizzato dall’avv. Francesco Pisano per domani sabato 30 novembre alle ore 10:00 fuori al cimitero. All’evento è stata data l’adesione del sindaco di Crispano Michele Emiliano per illustrarci come intende sbloccare la situazione. Sarà un momento di confronto tra la cittadinanza e le istituzioni, per chiedere che si faccia chiarezza su questi anni di mala gestione e soprattutto un impegno affinchè vengano consegnati i loculi nel più breve tempo possibile. L’intento è mettere fine ad una storia infinita, una condizione pietosa, che ha lasciato per anni l’amaro in bocca alla cittadinanza.

 

Per notizie sempre aggiornate, seguici anche su Facebook. Cercateci e cliccate “mi piace” sulla nostra pagina: https://www.facebook.com/areanordnewsnapoli/