Home Caivano Caivano, la Procura di Napoli Nord frena sugli sgomberi al Parco Verde:...

Caivano, la Procura di Napoli Nord frena sugli sgomberi al Parco Verde: urla, lacrime e applausi all’annuncio in chiesa

“Il 9 marzo non andrete in mezza alla strada, lo dice la Procura della Repubblica” ha tuonato il parroco Don Maurizio Patriciello nel leggere il comunicato della Procura della Repubblica.

205
0

Dopo giorni di proteste dei residenti del Parco Verde e le parole di don Maurizio Patriciello relativi agli sgomberi dei 254 appartamenti abusivamente occupati, che prevede lo sgombero entro il 9 marzo prossimo, pena lo sfratto coatto, arriva dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, diretta da Maria Antonietta Troncone, una nota stampa in cui, si precisa che gli sgomberi avverranno secondo criteri di “gradualità e proporzionalità”  e inoltre saranno valutate le condizioni personali, economiche e familiari per ogni singola posizione.

A dare la notizia ai residenti del Parco Verde è stato nella mattinata di ieri il parroco don Maurizio Patriciello che ha chiamato tutti in raccolta nella parrocchia di San Paolo Apostolo per leggere il comunicato della procura. “Il 9 marzo non andrete in mezza alla strada, lo dice la Procura della Repubblica” ha tuonato il parroco. Parole tanto attese e accolte da un lungo applauso, urla e lacrime di gioia.

Con questa nota la Procura chiarisce che, terminata la notifica dei decreti di sequestro e decorso il termine dei trenta giorni consessi per il rilascio degli appartamenti sequestrati, sarà effettuata una preliminare verifica delle unità abitative. In altre parole, lo sgombero degli alloggi occupati non avverrà automaticamente allo scadere dei trenta giorni, ma si proseguirà con tutte le verifiche per ogni singola posizione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui