Home Cardito Cardito. Prima riunione di Azione, Fusco: “Garantiremo un dibattito di qualità con...

Cardito. Prima riunione di Azione, Fusco: “Garantiremo un dibattito di qualità con la città”

605
0

Buona la prima come si suol dire. Ieri sera martedì 22 marzo nel tardo pomeriggio è stata convocata la prima riunione in città di Azione, il partito fondato da Carlo Calenda e confluito nel Terzo Polo sul piano nazionale insieme a Italia Viva. A Cardito il movimento calendiano è guidato dal consigliere Carmine Sorriso e dal dott. Ferdinando Fusco. L’obiettivo della riunione è stato sottolineato in primis da Fusco il quale ci ha tenuto a ribadirlo ai nostri taccuini:

“Insieme a un gruppo di persone abbiamo aderito ad Azione perché ci ispiriamo ai valori del liberalismo democratico, al buon senso in politica lontano dal populismo di destra e sinistra. Tutti elementi incarnati da Carlo Calenda a livello nazionale e che tenteremo di “riprodurre” fra la gente. A Cardito abbiamo un sogno. Ovvero ripristinare una discussione politica e culturale di qualità fondata sui temi legati alla vivibilità del territorio, su argomenti centrali per la vita del cittadino e produrremo la nostra idea di città. Alternativamente se pensiamo che i cittadini siano burattini da utilizzare solo in campagna elettorale o, peggio, che la discussione sia fondata su inutili personalismi e contrapposizioni fra guelfi e ghibellini, abbiamo fallito in partenza. Ma non è il nostro obiettivo e non lo sarà mai. Negli ultimi anni a Cardito è stato completamente annullato il dialogo con la città, con l’associazionismo, con la società civile . Ora è arrivato il momento di cambiare registro attraverso un tentativo di qualità con e per la cittadinanza.”

All’evento di ieri erano presenti anche esponenti del cda del cimitero Cardito-Crispano, i quale hanno sottolineato la necessità di ridare la giusta centralità alle urgenze del cimitero che non possono essere più rinviabili, oltre a soggetti politici che hanno ricoperto cariche apicali in città e che non hanno disdegnato di offrire il proprio contributo al neonato progetto politico. Un Ma al di là delle scelte politiche che inevitabilmente caratterizzeranno Azione nelle prossime settimane finalmente in città dopo anni di “silenzio” si registra una novità importante basata sulla partecipazione attiva dei cittadini. D’altro canto Azione nei prossimi giorni sarà vita ad una propria struttura interna attraverso il coordinamento cittadino e l’assemblea degli iscritti. Ai posteri l’ardua sentenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui